American Waffles

L’estate scorsa ho fatto un viaggio bellissimo, un viaggio che sognavo sin da bambina, sì il Viaggio: estate 2015 USA!
Un sogno… anzi un film!

viaggioUSA_gusciduovo_lc
Ho visto tutti i luoghi che da sempre sognavo di vedere, le immagini dei film e delle serie tv che ho seguito per anni erano lì davanti ai miei occhi. New York mi ha rapita. Mi sono innamorata della stravaganza dei personaggi incontrati a Time Square. Mi sono seduta sulle scale della casa di Carrie di Sex and the City. Ho camminato a piedi nudi sul prato a Central Park. Sono entrata al MoMA, lì dove puoi sfiorare le opere d’arte più conosciute e importanti del mondo.
Sono salita incima all’Empire State Building, di notte toglie il fiato. Sono stata ai piedi della statua della Libertà, l’emblema di un mondo e mi sono sentita così piccola. E poi Viaggiare, viaggiare in auto passando di stato in stato, vedere i tramonti sull’oceno arrivando in California! San Francisco, los Angeles, Hollywood. Fare il bagno nell’oceano per la prima volta. Il Golden Gate Bridge. Le buffe foche del Pier 39 e la Hollywood Walk of Fame. Arrivare poi a Las Vegas e capire che non può esserci al mondo un luogo più eccessivo e stravagante.
Un sogno, un viaggio che sognavo da una vita di cui ho continuamente dei flashback e di cui amo parlare.
Qualche mese fa appunto ne parlavo con il mio lui. E insieme stavamo ricordando tanti piccoli momenti unici che abbiamo vissuto  attraversando coast to coast l’America. Tra tanti momenti, ricordavamo il nostro stupore ogni mattina a colazione nei tanti alberghi che abbiamo girato. Buffet, banchetti infiniti, in una parola eccessivo…ecco la colazione americana non è abbondante è eccessiva! Noi spesso mangiavamo i waffles che non trovavamo già pronti, no… c’era un apposito angolo dove da un erogatore prendevi l’impasto e lo versavi su queste piastre di ghisa roventi e rotanti. Bambini al luna park, ecco come ci sentivamo.  Non vi dico quanti e quali tipi di farciture, la nostra preferita era macedonia di fragole con sciroppo e panna.
Pochi giorni dopo quel nostro ricordare insieme i bei momenti, mi vedo recapitare da Amazon un pacco regalo da parte del mio lui. Il biglietto diceva “Non è detto che debbano essere solo ricordi, alcuni momenti li possiamo rivivere”… rimango un attimo immobile a guardare la scatola, comincio a pensare a mille ipotesi, quella che spero più di tutte non può essere, ma lo spero… lo spero “fa che siano i biglietti aereo per capodanno a New York, fa che siano i biglietti aereo per capodanno a New York!!!” Gran sospiro e apro…. Grande sorpresa! Chiaramente non sono i biglietti “lo sapevo la scatola pesava troppo!” mi ha comprato la piastra per i waffles come quella dell’albergo…. ok, dopo un piccolo momento di delusione, lo ammetto, mi è scoppiato un gran sorriso e ho dovuto subito provarla! Dopo aver provato tante ricette ho messo insieme questa, prendendo spunto un po’ da tutte. Non sarà proprio come svegliarsi a Malibù però i waffles la domenica a colazione son proprio buoni.

Ingredienti x 6 waffles grandi:

  • 200 gr di farina 00
  • 50 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 100 gr di burro
  • 2 bicchieri di latte
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • aroma vaniglia

occorrente: piastra per waffles
piastrawaffles_gusciduovo_lc

Procedimento:
Iniziamo dagli ingredienti solidi. Setacciare la farina con il lievito e disporla all’interno di una ciotola capiente.
Aggiungiamo lo zucchero, la vaniglia. Prendiamo le uova e dividiamo gli albumi dai tuorli. Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale e teneteli da parte. Aggiungiamo i tuorli alla farina e con una frusta iniziamo ad amalgamare. Non occorre usare uno sbattitore elettrico ma, se preferite fare meno fatica, potete. Poco alla volta aggiungiamo il latte a temperatura ambiente e il burro fuso ma non caldo.
Mescolare bene e poi incorporare gli albumi montati a neve con un cucchiaio di legno, muovendo dal basso verso l’alto. Dobbiamo  ottenere un impasto omogeneo e non troppo liquido.
Fate riscaldare bene la piastra e versate un mestolo di impasto alla volta. La piastra che ho io è quella girevole, quindi verso il composto, aspetto un minuto e poi giro la piastra senza mai aprire e lascio cuocere circa 5 minuti. In questo modo ottengo dei waffles alti e morbidi. Se utilizzate un altro tipo di piastra leggete le istruzioni e procedete.

Jpeg

Una volta pronti, i waffles possono essere consumati subito ma anche conservati in frigo o congelati, non perderanno la loro bontà.
Essendo un dolce molto calorico, soprattutto grazie alla farcitura che andremo a scegliere, i waffles possono essere separati in quattro parti, ottenendo così quattro porzioni piccole da poter farcire in modo diverso.
Fantastici con la confettura di mirtilli o macedonia. Ma i waffles all’americana vanno gustati con il classico sciroppo (syrulp).
Buona colazione a tutti  e welcome in the USA!!

waffles_pronti_gusciduovo_lcRicordo che…
messaggio ai buoni intenditori: io non ho ancora perso la speranza, ok la piastra mi piace molto ma se ti dico che mi manca camminare di notte per le strade di New York ti prego non mi regalare il cofanetto completo di Sex and the City!

 

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...