Zuppa di Lenticchie

Arrivano da molto lontano, considerate il legume più antico coltivato dall’uomo, le prime tracce addirittura 7000 a.C. Ricche di proteine e di ferro, da sempre considerate la carne dei poveri.
Oggi a pranzo una zuppa sana e nutriente ma anche purificante per il nostro organismo. Prepariamo una gustosa Zuppa di Lenticchie.

Ingredienti:

  • 360 g di lenticchie di Colfiorito
  • Sedano
  • Scalogno
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 2 l d’acqua
  • 2 foglie d’alloro
  • Timo
  • Rosmarino
  • Salvia
  • 300 g di pomodorini
  • 1 spicchio d’aglio
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • Sale qb
  • Pepe qb
zuppaLenticchie_gusciduovo
photo pixabay

Procedimento:
Lavare bene le lenticchie, metterle in una pentola con molta acqua e fare cuocere per un’ora circa. In un’altra pentola preparare il brodo vegetale con scalogno, carota, sedano, alloro e sale.  Soffriggere poi cipolla e carota, quando la cipolla appassisce versare le lenticchie scolate, il rosmarino, il timo, i pomodorini, sale e pepe. Lasciate insaporire e aggiungere il brodo e lasciare cuocere per altri 15 minuti.
Servite le lenticchie calde con fette di pane tostato e un filo d’olio.
Legume alla base della cucuna contadina, spesso andava a sostituire la cane.
Considerato anche piatto porta fortuna, in Italia c’è l’usanza di mangiarle a capodanno.
Tra le migliori varietà italiane, prime fra tutte le Lenticchie di Castelluccio di Norcia prodotto IGP, le più pregiate, coltivate da sempre sui piani carsici di Castelluccio, all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Seguono le Lenticchie di Colfiorito che si riconoscono dalle piccolissime dimensioni e dalla variegata gamma di colori e  Lenticchie di Ustica le lenticchie più piccole d’Italia. Di colore marrone scuro.

Ricordo che…
in un solo piatto troviamo proteine, fosforo, ferro, vitamine B necessarie al fabbisogno giornaliero. Pochi grassi e tanti sali minerali e fibre.  Particolarmente indicate per una dieta depurativa, contengono infatti soflavoni, sostanze che  hanno la funzione di pulire l’organismo.
[per saperne di più]

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...