L’ABC… La Sfoglia all’Uovo

Lasagne, fettuccine, pappardelle, tagliatelle, cannelloni, tagliolini, maltagliati, strozzapreti, ravioli, tortellini e chi più ne ha più ne metta!

tipidipasta_gusciduovo

La pasta all’uovo è orgoglio, storia e tradizione del nostro Paese.
Meglio di ogni libro di storia e geografia ci ha fatto capire i confini, le caratteristiche, le tradizioni di ogni regione, di ogni provincia e di ogni piccolo borgo d’Italia.
Dietro ogni formato o ricetta c’è una storia da scoprire.

background-906135_1920

Farina, uova e acqua che danno vita a un lenzuolo liscio ed elastico da cui ricavare infiniti formati di pasta. La sfoglia è poesia!
Al grido di ‘Dio salvi le sfogline’ impariamo a fare in casa la pasta all’uovo.

Alessandra Spisni
Ecco la mia preferita
La “sfoglina” Alessandra Spisni

Ingredienti:

  • Farina di Grano Tenero
  • Uova fresche

Cosa ci occorre:

  • Una spianatoia di legno
  • Un mattarello in alternativa la macchinetta per la pasta

La spianatoia di legno, grazie alla sua naturale rugosità, permette di lavorare con più facilità gli impasti.

farinaeuova_gusciduovo

Iniziamo disponendo la farina a fontana [troverai utile questo articolo].
Apriamo le uova, che devono essere a temperatura ambiente, e mettiamole al centro della farina, sbattiamole leggermente con una forchetta e poi cominciamo subito a impastare con le mani.
Io seguo la tradizione emiliana, non aggiungo sale all’impasto.
La ricetta è molto semplice, non potete sbagliarvi, per ogni 100 gr di farina aggiungiamo un uovo.
Fondamentale è la lavorazione. L’impasto va lavorato almeno per 10 minuti, ogni tanto sbattetelo letteralmente sulla spianatoia, questo renderà la pasta più elastica, oltre ad essere un ottimo metodo per scaricare lo stress…

Infariniamo bene la spianatoia e il mattarello. Tagliamo il panetto in pezzi più piccoli, prendiamo un pezzo alla volta e lo schiacciamo  con il palmo della mano.
Armiamoci di mattarello e iniziamo a stendere allargando la sfoglia a poco a poco.
Ricordiamoci di tenere sempre ben coperto il resto dell’impasto.
Ogni tanto avvolgiamo la pasta sul matterello e cambiamo senso, la giriamo.
Dobbiamo lavorarla fino a ottenere una sfoglia sottile, un lenzuolo di un millimetro di spessore.
Stesa perfettamente la sfoglia, infariniamola e avvolgiamola su se stessa.

Se scegliamo di stendere la pasta con la macchinetta dobbiamo tagliare il panetto in pezzi più piccoli. Sempre lavorandone uno alla volta e tenendo coperto il restante dell’impasto.
Ogni pezzo va infarinato e appiattito con il palmo fino ad ottenere uno spessore di 2 cm. Iniziamo con un rullo largo e poi di volta in volta diminuiamo la grandezza fino ad arrivare all’ultimo rullo.
A ogni passaggio la pasta va ripiegata su se stessa per tre volte eliminando con un coltello le irregolarità. Dobbiamo ricavare dei rettangoli precisi.
Abbiamo ottenuto così una sfoglia liscia ed elastica, pronta per essere trasformata nel tipo di pasta che desideriamo.

Ricordo che…
C’è chi da bambina sogna di fare la ballerina o la modella… io sognavo di fare la Sfoglina!
Fare la pasta in casa è un’arte che si tramanda. Fondamentale invogliare tutti i bimbi a sporcarsi le mani di farina. Niente da più soddisfazione e sicurezza di se del creare con le proprie mani!

Tortellini_gusciduvo

Vi consiglio di impastare lontano da correnti d’aria per non seccare troppo la sfoglia.
Se con la vostra sfoglia dovete preparare della pasta ripiena, anticipatevi la preparazione del ripieno per evitare che sia troppo acquoso al momento di farcire.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...