Involtini di Lonza al Formaggio

Un’idea pratica e veloce per trasformare una fettina in invitanti involtini ripieni.

involtini_lonza_6_gusciduovo.jpg

Gli involtini sono un metodo furbissimo per trasformare un piatto che preparate abitualmente in una novità a tavola.
Una preparazione che si presta a tanti ingredienti. Potete cucinare involtini di carne di vitello, di tacchino, pollo, o maiale come in questo caso. Tantissime le versioni vegetariane. Involtini di zucchine, melanzane, peperoni … e anche i metodi di cottura sono svariati. Si possono cuocere in padella, al forno o alla brace. Il risultato è sempre ottimo, soprattutto sempre pratici da impiattare e porzionare.

Ingredienti x 6 pz:

  • 6 fette di Lonza di maiale
  • 2 carote
  • 6 fette di scamorza affumicata (spessore ½ cm)
  • Farina qb
  • Sale qb
  • Pepe qb
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • Olio EVO
  • Insalata verde

Procedimento
Tagliamo la prima carota a dadini, in una padella antiaderente versiamo un cucchiaio d’olio e la facciamola rosolare con un pizzico di sale e pepe.
Tagliamo l’altra carota a bastoncini e uguale facciamo con la scamorza affumicata.

Prendiamo le nostre fettine di Lonza, le saliamo, pepiamo e creiamo i nostri involtini disponendo per ogni fetta un bastoncino di carota e uno di scamorza.
La presenza della carota all’interno della fettina è un metodo che vi consiglio di adottare anche per gli altri tipi di involtini. Renderà la carne più morbida.
Avvolgiamo e fermiamo con l’ago da involtino, come ho fatto io, ma vanno bene anche i vecchi metodi cioè stecchino di legno o spago da cucina. Io trovo molto comodi e pratici questi agoni e anche molto carini da servire a tavola.

Arriviamo al momento topico di questa ricetta. Infarinatura degli involtini.
L’infarinatura è fondamentale per sigillare la carne, favorendone la cottura e la conservazione dei succhi e non permettendo al formaggio di fuoriuscire.  Inoltre la farina, in cottura, sfumando con il vino, creerà una salsina deliziosa che renderà questo piatto, di per se molto semplice, un secondo davvero gustoso.
Dopo anni e anni, ricette su ricette, di infarinatura in infarinatura ecco la mia tecnica provata e collaudata per infarinare o impanare involtini, fettine, scaloppine, bocconcini e chi più ne ha più ne metta.

Prendete gli involtini, assicuratevi che siano ben chiusi.  Procuratevi un contenitore con coperchio, non troppo grande, riempitelo di farina, mettete un involtino alla volta e shakerate. Aprite e continuate l’operazione con gli altri involtini. In questo modo avrete infarinato perfettamente ogni parte della carne, non dovrete liberarli dall’eccesso di farina e soprattutto non vi impasticcerete le mani.

Nella padella dove abbiamo cotto le carote,  adagiamo i nostri involtini, un filo d’olio e facciamoli rosolare su tutti i lati. Quando avranno raggiunto una bella doratura sfumiamo con il vino bianco, alziamo la fiamma e facciamo evaporare l’alcool.
Riabbassiamo la fiamma e continuiamo la cottura per latri 10 minuti.
I nostri involtini sono pronti. Serviteli caldi, non dimenticando di accompagnarli con il loro sughetto e con una bella insalata di lattuga e carote.

Alternativamente scaloppina, una cena veloce, gustosa e colorata.

Ricordo che…
potete realizzare questi involtini anche con le fettine di pollo o tacchino e aggiungere al sughetto dei pisellini freschi. Sono perfetti per una cena tra amici, anche preparati in anticipo e poi riscaldati al momento di servire.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...