Trofie ai Porcini

trofie_porcini_gusciduovo12.jpg

Autunno inoltrato…

Mentre il mondo sembra essersi capovolto, tra case che vanno giù frantumandosi come biscotti di pasta frolla scivolati dalla teglia e popoli che si professano liberi e paladini dell’uguaglianza che, forse storditi dai troppi zuccheri e grassi che ne hanno bloccato il regolare flusso di sangue al cervello,  scelgono di mettere le loro vite e quelle del mondo nelle mani di un orco

… nei boschi tutto sembra uguale allo scorso autunno, la natura continua  a mutare ciclicamente, qui la vita continua nonostante tutto, nonostante l’uomo!

mushroom-913499_1920
Dopo il 21 Settembre il sole perde 3 minuti di luce al giorno. I boschi si tingono di colori autunnali, l’allegro verde ha lasciato il posto alla malinconia dell’arancio che sfuma nel marrone. Ottobre e Novembre sono sempre stati considerati i periodi più piovosi dell’anno…

quando l’italia aveva ancora un clima mite e temperato, almeno un tempo era così, i nostri libri di geografia delle elementari così ci hanno insegnato, ma dai libri abbiamo anche imparato il rispetto e la tolleranza, a distinguere il bene dal male, a dare valore all’umiltà e ai buoni gesti… ma anche questo è cambiato. Non ci sono più le mezze stagioni e neppure le mezze misure e il buonsenso…

Autunno inoltrato e le temperature scendono di almeno 3 gradi, non eravamo ancora pronti per il freddo, ma a quello non lo si è mai…

Pensiamo che ci mancherà troppo l’estate, ma poi pensiamo anche che siamo fortunati a poterci riscaldare, ad avere una casa che nonostante tutto ci ripara e a poter aspettare con tanta speranza la primavera e la prossima estate.
Quella, la speranza, ci rimane.

Ma l’autunno non è solo malinconia, nei boschi la natura ci regala tante sorprese, basta solo saperle trovare.
Per la cucina l’autunno è un mese dai mille sapori e dagli inebrianti profumi.
È sicuramente questo il periodo ideale per andare a caccia di funghi. Nel bosco si trovano tante varietà di funghi, l’importante è saperli riconoscere. Gruppi di appassionati anche quest’anno sfideranno l’umidità e la nebbia e partiranno alla ricerca di sentieri e percorsi che li condurranno al ricco bottino.

mushroom-913497_1920.jpg

I boschi italiani in questo periodo dell’anno sono ricchi di funghi porcini, che dagli esperti sono considerati i più pregiati al mondo. Tante le ricette della cucina italiana che utilizzano questo ingrediente,  i porcini si distinguono per l’inconfondibile profumo di sottobosco, ottimi nei sughi, nelle zuppe, con la carne ma anche semplicemente saltati in padella.

Oggi con voi voglio preparare un primo piatto classico, semplice e genuino, perchè ho voglia di cose vere, di ritrovare il sapore di un tempo…
Trofie ai Porcini… per combattere la malinconia, affrontare le difficoltà e sperare in meglio. Il cibo cura anche le ferite dell’anima…

trofie_porcini_gusciduovo0
Foto inviata da mio padre a ritorno dalla spedizione mattutina… come fotografo deve migliorare ma ha un gran fiuto per i funghi 🙂

 

Ingredienti x 2 pr

  • 200 g di trofie
  • 200 g di funghi porcini
  • olio evo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaino di farina (o amido)
  • parmigiano grattugiato qb

Procedimento
Iniziate pulendo i funghi porcini semplicemente eliminano con un coltello la parte terrosa presente del gambo, pulite la cappella solo con un panno da cucina pulito, è sempre meglio evitare di lavarli per non farli  inzuppare di acqua.

trofie_porcini_gusciduovo6.jpg
Tagliate i funghi porcini e metteteli in un ampia padella con l’olio extra vergine di oliva con l’aglio precedentemente sbucciato e lasciateli rosolare per una quindicina di minuti (finché non si sarà asciugata l’acqua prodotta dai funghi stessi) infine sale e, se gradite, aggiungete prezzemolo lavato e tritato già in padella. Io preferisco aggiungerne una spolverata alla fine, prima di servire.

Le trofie si prestano molto bene per questa ricetta, la forma e la consistenza trattengono perfettamente il sugo di porcini, ma potete utilizzare anche le tagliatelle, una pasta comunque fresca ma non all’uovo per evitare di aggiungere troppi sapori, il rischio è quello di perdere l’intensità del gusto del porcino.
Cuocete le trofie in acqua bollente e salata per il tempo indicato sulla confezione, in media 10 minuti. Prima di scolare prendete un mestolo di acqua di cottura della pasta, scioglieteci dentro un cucchiaino di farina e aggiungetelo al sugo i funghi porcini. A cottura terminata scolate le trofie e fatele saltare nel sugo, mantecate per qualche minuto.

Un piatto veloce semplice e verace, da mangiare con calma per assaporare al meglio i sapori.
Potete servire le trofie con una spolverata di parmigiano grattugiato

Ricordo che
Inutile raccomandarvi si non improvvisarvi  micologi, i funghi sono prodotti straordinari da utilizzare in cucina ma ce ne sono molti velenosi o comunque sconsigliati da assumere come alimento. Vi consiglio di far sempre controllare da esperti il bottino che il bosco vi ha regalato, presso ogni ASL  ci sono degli esperti che possono darvi tutte le informazioni necessarie.

I funghi non rappresentano soltanto un ingrediente prelibato da aggiungere ai nostri piatti, ma anche un alimento ricco di nutrienti da non sottovalutare.

Sempre bene consumare i funghi  freschi, ma per poterli assaporare tutto l’anno potete conservarli secchi o surgelati. 

Infine vi consiglio di cercare i porcini in prossimità degli alberi di castagno o di quercia. I chiodini crescono facilmente nei prati, anche in campagna o in pianura. I funghi però non li troviamo solo in autunno, abbiamo i gallinacci, che spuntano tra la primavera e l’estate. 

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. lucia ha detto:

    In autunno spesso ho i porcino essendo mio marito cercatore di funghi, non li ho mai abbinati alle trofie….e quindi proverò! 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Gusciduovo ha detto:

    fortunata ad avere chi li raccoglie per te! Sì sono ottimi con le trofie, ma io li adoro in generale, con la carne, con le patate, in qualsiasi modo! Cerco però ti utilizzarli sempre combinati con pochi altri ingredienti, mi piace che il gusto dei funghi sia deciso… tu in genere come li prepari?

    Mi piace

  3. Adoro il profumo dei porcini! Vorrei troppo imparare ad andare a cercarli 😦

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...