Pizza Patate e Pancetta

PizzaPatatePancetta_gusciduovo6.jpg

Passione Food:
i millennials è la passione per la buona cucina di casa!

Ormai è un dato di fatto, ai millennials piace la cucina, la riscoperta della buona tavola, non solo intesa come degustazione, ma bensì come preparazione, cucinare è una delle passioni più cool del momento. Chi sono i millennials? Ma…. i giovani nati tra il 1980 ed il 2000, denominati anche Generazione Y, più semplicemente … NOI!
Una generazione caratterizzata da un maggiore utilizzo e una maggiore familiarità con la comunicazione, i media e le tecnologie digitali che è stata capace di coniugare due mondi tra loro distanti, quali la tradizione e l’innovazione e di creare un nuovo linguaggio di comunicazione, attraverso anche alla riscoperta del cibo e della cucina, raccontando un mondo per immagini.
Se solo un decennio fa, cosa molto rara era trovare un ragazzo, che pur non avendo l’ambizione di diventare chef, fosse capace di prepararti un buon caffè e una fettina in padella, oggi la tendenza è completamente capovolta e noi, che appassionati di fornelli lo siamo stati sempre, non possiamo che esserne felici.

Non siamo poi tutti da buttare. Siamo una generazione dai tanti difetti, ma abbiamo anche il merito di aver riportato all’attualità una sana passione, a discapito di tutti gli eccessi, un ritorno alle origini, alla cucina e al cibo, intesi come comunione e condivisione.
Abbiamo riscoperto il valore del “prendersi cura di” anche attraverso il cibo…
La gastronomia regionale è diventata una specie di religione, la mamma è la migliore maestra e lo chef è una delle professioni più ambite. Siamo passati dal Fast food allo Slow food, attraversando il fusion, con un occhio all’etnico senza dimenticare il vegano. Ma, pur apprezzando tutte le influenze, la cucina italiana tradizionale rimane sempre al primo posto!

Certo, ci piace ancora girare per locali e aperitivare qua e la, ma ormai non dimentichiamo di mettere in agenda almeno una cena a settimana, preparata e consumata in casa, con gli amici più cari.
Seguiamo e riproduciamo le ricette dei più famosi chef, dei quali ormai sappiamo i più intimi dettagli, programmi tv e pagine social ci hanno sempre più avvicinato a loro e alla loro arte, le loro ricette vengono da noi riadattate per inserirci i trucchi imparati dalla mamma e lo facciamo senza aver paura di commettere un sacrilegio, anzi non vediamo l’ora di condividerne i dettagli!
Tutto fatto senza mai trascurare la presentazione, come i veri food blogger ci insegnano. Curiamo l’angolazione e il dettaglio, tra un gioco di luci e ombre alla ricerca dello scatto perfetto!

Con nulla togliere alle mie icone blogger… io devo confessare che lo scatto food l’ho ereditato, anche quello, in famiglia… le tavolate del sud sono così poetiche che da sempre hanno meritato di essere immortalate in uno scatto.

“dai… venite qua e facciamoci una foto a tavola, e che si veda la lasagna eh, e la pizza di scarole… che poi la facciamo vedere allo zio che sta fuori, appena torna…. o gliela spediamo con la cartolina di Natale… ok, chi scatta??? o Ma’? ma sei antica … la ‘macchinetta c’ha l’auto scatto’ … pronti che abbiamo solo 10 secondi eh … vado? OK 10, 9, 8, 7…. NOOO Aspetta non c’è il nonno …..NONNOOOOOO viè a fa la foto …
‘voi non state bene, sempe co ste macchinette in mano!!!’
Ah nonno, se sapessi quanto avevi ragione, #pre-selfie #pre-social!

P_20161123_180108_1_HDR_p.jpg

Al grido di  …. la cucina è mia ci spadello a modo mio!
ci cimentiamo nella preparazione del piatto comitiva per eccellenza: Pizza per Tutti… ma che sia gourmet!

Se già ho avuto modo di condividere con voi la mia passione per la pizza, la mia ricetta e la mia Lunga Lievitazione, ancora non vi ho detto quale, oltre a sua maestà Margherita, è la mia pizza preferita:

Pizza da me … stasera Pizza Patate e Pancetta!

Jpeg

Ingredienti x 4 pizze grandi

Per L’impasto

  • 600 g Farina 0
  • 400 g Farina 00
  • 1 bustina di Lievito di birra Mastro Fornaio
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 1 cucchiaio colmo di sale
  • 600 ml di acqua tiepida

Per la farcitura

  • 4 patate lesse
  • 150 g di pancetta affumicata
  • 250 fr di scamorza
  • olio qb
  • sale qb
  • pepe qb

Tempi di lievitazione: 3 ore + 1
Tempo di cottura: 15′ forno preriscaldato 250°

Procedimento
Base Pizza
Per l’impasto, seguiamo il procedimento classico. Come sempre, mix di farina 0 e 00,  e assicurate all’impasto una lunga lievitazione.

(rivedi la ricetta L’ABC …Base Pizza)

 

Iniziamo dal lievito, che sia fresco o in polvere, lo sciogliamo in un bicchiere di acqua tiepida, aggiungendo i due cucchiaini di zucchero per attivare la lievitazione.

 

Se come me, usate il Lievito di birra Mastro Fornaio, Lievito di birra disidratato, non occorre scioglierlo in acqua.
Un lievito Perfetto per focacce, pizze, brioche.

57e0fbe7e6036_mastrofornaio

Versiamo nella ciotola della planetaria le farine setacciate, o sul tavolo di legno se procedete con l’impasto a mano. Mescoliamo, aggiungiamo l’olio e metà dell’acqua, che deve essere tiepida. Impastare per circa 10 minuti e quando l’impasto inizia a compattarsi e il momento di sciogliere il sale in mezzo bicchiere d’acqua e unirlo al panetto. Continuare ad impastare per altri 15/20 minuti fino a formate una massa omogenea. Panetto pronto, inizia la prima lievitazione. Mettiamo il panetto ottenuto a lievitare, coperto con la pellicola e poi avvolto in una coperta, o comunque un panno caldo, in un luogo asciutto e lontano da correnti d’aria, per tre ore, deve almeno raddoppiare il suo volume iniziale. Trascorso il tempo per la prima lievitazione, dividete il panetto di pizza in 4 pagnotte, mettetele a riposare sul tavolo da lavoro coperte da un canovaccio per un’altra ora.

Farcitura


Fate bollire 4 patate medie, con tutta la buccia, in acqua non salata.
Quando saranno lessate privatele della buccia e disponetele in una ciotola. Aggiungete una macinata di pepe nero, parmigiano grattugiato, un filo d’olio d’oliva e salate a piacere, non esagerate perché andremo poi ad aggiungere la pancetta affumicata di per se molto saporita.
Prendete lo schiaccia patate e procedete. Non fate raffreddare troppo le patate, lavoratele quando sono ancora calde. Infine aggiungete la pancetta tagliata a cubetti o in fettine, come preferite, ed ecco pronta la vostra farcitura.

Pizza Patate e Pancetta
Stendete la prima pagnotta con le mani. con le dite fate uscire l’aria. Io procedo stendendola a mano senza usare il mattarello, se però trovate difficoltosa questa procedura procedete pure utilizzandolo.

Stesa la base pizza adagiamola in una teglia, disponiamo uno strato omogeneo di patate lesse condite, alle quali abbiamo già aggiunto la pancetta. Facciamo un giro d’olio e inforniamo, forno già caldo a temperatura. Come avrete notato, inforniamo la pizza senza l’aggiunta di scamorza o mozzarella, questo per permettere alla pizza di iniziare la cottura senza che la scamorza si cuocia troppo, dopo circa 10 minuti possiamo aggiungere la scamorza in cottura.

Terminate la cottura della pizza, servite e mangiatela…..NOOOOO fermi Prima una foto, poi selfie di gruppo, foto pizza tagliata, foto pizza a mezz’aria, foto pizza…. BASTA!!! Buona pizzata in compagnia!

Ricordo che
Un piccolo consiglio: dopo averla impastata la pasta accumula aria e bene sbattere la pasta, il panetto ottenuto, sulla spianatoia, un paio di volte prima di metterla a riposare e lievitare. Lo sbattere la pasta prima di metterla a riposare serve ad eliminare l’aria in eccesso e quindi a far si che il lievito agisca in modo omogeneo e renda l’impasto meno spumoso e più liscio.

collaboration:

Annunci

7 commenti Aggiungi il tuo

  1. Molto stuzzicante questa pizza! Inoltre apprezzo molto quello che hai detto sul cibo come comunione e condivisione, e come mezzo per prenderci cura degli altri… 🙂 Sto scrivendo un articolo – non una ricetta – in cui cerco più o meno di trasmettere proprio questo sentimento… Anche se parlo di cibi pronti, in questo caso! 😉

    Liked by 1 persona

  2. P.S. Ti spiace se cito il tuo articolo nel mio che sto preparando? Ovviamente con link alla fonte. 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Gusciduovo ha detto:

      Ciao, grazie mille, sono felice che condividi il mio pensiero, io sono fermamente convinta che la cucina e l’amore per il cibo siano un’ottima scuola di vita. Creare e condividere è il più bel gesto che puoi tramandare… quindi certo che puoi citare il mio articolo, non vedo l’ora di leggere il tuo!

      Liked by 1 persona

      1. Lo pubblicherò ai primi di dicembre! 🙂

        Mi piace

      2. Gusciduovo ha detto:

        perfetto… allora buon lavoro :*

        Liked by 1 persona

      3. Grazie, l’ispirazione c’è, ma devo sintetizzare un po’! 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...